Indietro
Stampa pagina | Invia pagina per email | Testo piccolo | Testo grande

L'Arcangelo Michele

Ad un’altitudine di 843 metri s.l.m., il comune di Monte Sant' Angelo, con una popolazione di circa 14.000 abitanti, è il pù alto del Gargano.

E' il centro più ricco di storia e tradizione, in cui si respira un’aria di spiritualità non comune, frequentatissimo nel medioevo da milioni di pellegrini in visita alla Grotta di San Michele, oltre che luogo di partenza dei cristiani verso le "deplorevoli" crociate. Fu proprio il Santuario di San Michele, costruito nella grotta dove tra il 490 ed il 493 avvenne l'apparizione dell'Arcangelo ad un pastore, a costituire il fulcro attorno al quale si è sviluppato tutto il centro. Secondo la tradizione agiografica l'Arcangelo Michele apparve al santo vescovo di Siponto Lorenzo Majorano l'8 maggio del 490; in quest’apparizione (detta del Toro) l'Arcangelo ordinò al vescovo di dedicare la grotta al culto cristiano in suo nome. Successivamente apparve ancora al vescovo Majorano nel 492 e nel 493. Infine si manifestò nel 1656 al vescovo di Manfredonia Giovanni Alfonso Puccinelli mentre imperversava la peste, dispensando grazie e guarigioni.

Fedeli ed entusiasti devoti di San Michele furono i Longobardi del Mezzogiorno che nel VII sec elevarono la grotta a loro Santuario Nazionale. Il santuario di San Michele Arcangelo, è da secoli meta di pellegrinaggi che partivano da Mont Saint Michel e attraversavano l'Europa attraverso la Via Sacra Langobardorum.

Certamente il Santuario è il luogo più famoso e suggestivo di Monte Sant' Angelo, ma ci sono moltri altri luoghi degni di essere visitati: a soli cinque minuti d’auto la Badia di Santa Maria di Pulsano; la Chiesa di San Pietro (di età altomedioevale, probabilmente intorno all'VIII secolo, è andata quasi del tutto perduta: oggi restano la zona absidale e tracce perimetrali); la Chiesa di Santa Maria Maggiore; il Castello (posto nella parte più alta della città, dall'aspetto imponente dovuto anche all'annessa "Torre dei Giganti", così denominata in quanto eretta con massi ciclopici); la maestosa Chiesa di San Francesco ed annesso Convento dei Francescani.

Gallery